giovedì 23 Maggio 2024
HomeCPCPVerbale del CPCP - 7 novembre 2023

Verbale del CPCP – 7 novembre 2023

Verbale del CPCP del 7 novembre 2023

OdG:

  1. Compieta;
  2. Approvazione verbale del Consiglio Pastorale del 27/06/2023;
  3. Aggiornamento sulla situazione economica della Comunità Pastorale e della scuola per l’infanzia “san Giuseppe” – Priorità pastorali e previsioni;
  4. Riepilogo delle riflessioni sul nostro ruolo di consiglieri pastorali svolte con il metodo della conversazione spirituale;
  5. Relazione, riflessioni e nuove indicazioni su quanto realizzato nell’ultimo periodo (oratorio estivo, Missione Giovani, mese missionario, Caritas, Circolo Laudato Si’…);
  6. Varie ed eventuali (calendarizzazione prossimo CPCP, san Martino, Avvento, gruppo liturgico, catechesi adulti…).

Punto 1 – Durante la recita di compieta, don Fabrizio commenta il Vangelo del giorno tratto da Matteo 24, 45-51. Si tratta di un discorso escatologico che si esemplifica nel paragone tra i comportamenti dei due servi di cui parla Gesù. Il primo rappresenta la cura pastorale: è fedele, un vero credente, si impegna nella missione di dare cibo a tempo debito e secondo le necessità ai suoi compagni. Il momento del suo incontro con il padrone, cioè con Cristo, sarà un tempo di gioia. Il secondo servo è definito da Gesù ipocrita, non è un credente, per lui forse Dio non c’è più. Non è stato capace di attendere il ritorno del padrone, è venuta meno la capacità di aspettare e vivere con coerenza il tempo dell’attesa. Non ci sarà per lui l’abbraccio con Cristo. Questo brano ci richiama al senso di responsabilità con cui dobbiamo vivere nella Chiesa. Don Fabrizio ricorda che si tratta di un peso talvolta gravoso ma condiviso nella diaconia e con i consiglieri. Cristo ci chiede di vivere la carità nella Sua attesa in base alle esigenze del prossimo con una condivisione non solo di beni ma soprattutto di attenzione. Non dobbiamo perdere il senso e il valore dell’attesa.

Punto 2 – Viene approvato all’unanimità il verbale del Consiglio Pastorale del 27/06/2023.

Punto 3 – M. Mattaini presenta brevemente l’attuale situazione economica della Comunità Pastorale. Tutte le parrocchie hanno finora bilanci positivi; le varie feste patronali hanno permesso di raccogliere fondi per le rispettive necessità. Per quanto riguarda l’oratorio estivo sottolinea che una gestione oculata delle spese da parte degli educatori e dei collaboratori a vario titolo ha favorito l’incremento degli utili. Ricorda che dal mese di giugno l’oratorio ha un conto corrente proprio.

M. Colatore illustra in sintesi le voci principali relative alla situazione economica della scuola parrocchiale per l’infanzia “san Giuseppe”. Viene fatto notare che le spese maggiori riguardano il personale, la ristorazione e spese di gestione. Si è in attesa dell’arrivo dei contributi comunali e regionali per l’anno scolastico 2023/2024. In base al numero delle iscrizioni sarà possibile fare valutazioni per il prossimo anno scolastico.

Punto 4 – I. Rebeccani riferisce al Consiglio Pastorale sugli esiti degli incontri di riflessione sul ruolo dei consiglieri pastorali. Il metodo della conversazione spirituale si è rivelato funzionale perché ha permesso a tutti/e di trovare spazio e modo di esprimersi lavorando in piccoli gruppi. Presenta le varie tematiche emerse: importanza della preghiera e della riflessione sulla Parola come guida, sentimento di accoglienza da parte dei consiglieri al primo mandato, bisogno di migliorare la comunicazione, necessità di un progetto pastorale che garantisca continuità, importanza del contributo e dell’azione dei giovani consiglieri. Don Fabrizio richiama l’importanza di soffermarsi sulla Parola per ascoltare lo Spirito per fare opera di discernimento e arrivare a scelte e decisioni condivise. Poiché negli incontri è emersa la richiesta di un progetto pastorale che contenesse linee di sviluppo al di là dei vari consigli pastorali o parroci che si susseguiranno, propone all’attenzione “Appunti progetto pastorale” che ruotano intorno a tre azioni: abitare, adorare, fraternizzare, declinati in varie voci con domande e testi di riflessione. Don Alessandro parla della sinodalità, del lavoro in comune come metodo trasgressivo rispetto alla prevalente società individualista. Don Fabrizio dà incarico alla giunta di provvedere ai prossimi passi per la realizzazione del progetto.

Punto 5 – C. Beia riferisce quanto emerso nel gruppo liturgico. La programmazione liturgica corrente evidenzia una difficoltà nel supporto al canto durante le celebrazioni. Le messe sono troppo numerose nella Comunità Pastorale e questo crea difficoltà, le celebrazioni più importanti dovrebbero essere concentrate a Vergiate. Anche R. Tamborini è d’accordo. D. Nicoli riferisce sugli esiti del 40° O.V.EST. e sulla Missione Giovani tenutasi in ottobre. Anche P. Vanoli sottolinea la ricaduta positiva della Missione Giovani nelle ore di insegnamento della religione cattolica nella scuola media. Don Alessandro parla della futura ripresa della missione in alcuni momenti durante l’anno. Sottolinea come avere nell’oratorio estivo propri educatori e volontari sia una ricchezza per la comunità. Don Fabrizio ricorda che rimane il problema di trovare volontari per piccoli interventi di manutenzione e per le pulizie nelle varie chiese. L. Magni riferisce sulle attività del gruppo missionario. M. Gadda relaziona sull’attività della Caritas: la consegna mensile dei pacchi alimentari, l’organizzazione del guardaroba il sabato mattina; giungono sempre richieste per la ricerca di lavoro e abitazioni, aumenta la presenza di persone anche singole che hanno bisogno di attenzioni, di essere seguite nei loro percorsi esistenziali a causa delle loro fragilità nell’affrontare le situazioni. L. Magni riferisce sull’attività del circolo Laudato Si’. A. Pasinato riferisce sulle attività svolte dall’inizio dell’anno scolastico presso la scuola parrocchiale per l’infanzia “san Giuseppe” e la sua organizzazione. Per quanto riguarda la Commissione Cultura M. Gadda parla dei contenuti dell’ultimo numero de “La Vigna”, della presenza sui social e dell’iniziativa “Caffè con l’autore” per la festa di san Martino, ossia dell’invito alla teologa e counselor pastorale B. Marchica.

Punto 6 – Si  propone un nuovo incontro del Consiglio Pastorale dopo la metà di gennaio 2024. Per la festa patronale in san Martino 2 verranno allestite due mostre: sulla GMG e sull’esperienza in Zambia dei due consiglieri. Al termine della giornata ci sarà la benedizione sul sagrato. Saranno presenti con bancarelle per raccolta fondi i genitori dell’asilo parrocchiale e il gruppo missionario. Per il periodo di Avvento ci saranno tre incontri di catechesi per gli adulti il 20-28/11 e il 4/12 con don M. Aramini su temi di bioetica. Ci saranno la novena, lodi e secondi vesperi la domenica e ritiri per i vari gruppi di catechismo. Prima di Natale inizierà anche l’attività dei gruppi di ascolto.

Maria Luisa Colombo
Maria Luisa Colombo
Segretario del Consiglio Pastorale e membro del circolo "Laudato si'"
ARTICOLI CORRELATI

Più recenti