venerdì 21 Giugno 2024
HomeEditorialeDon Romano - 1927-2023

Don Romano – 1927-2023

Don Romano è tornato alla casa del Padre. Aveva 96 anni. Nato il 29 agosto 1927 a Muggiò, fu ordinato sacerdote il 28 giugno 1953 dal cardinal Alfredo Ildefonso Schuster, per poi iniziare il suo servizio sacerdotale presso la parrocchia di Alzate Brianza. Nel 1957 diventò parroco di Sesona, incarico ricoperto fino al 2010, anno di nascita della Comunità Pastorale. Quest’estate la comunità sesonese e non solo si era riunita per festeggiare con lui il 70° anniversario di sacerdozio.

In queste ore preghiamo per lui perché possa custodire la nostra comunità e possa essere accolto dal Signore.

Le esequie saranno celebrate martedì 2 gennaio nella chiesa di Sesona: alle 9.30 il Santo Rosario, alle 10.00 il funerale.

Il ricordo di una parrocchiana

Nel pomeriggio don Romano Meroni ci ha lasciati per incontrare quel Dio che per molti anni ha predicato e servito in maniera evangelica. Dio lo ricompenserà per il grande lavoro pastorale per tutti. A lui i suoi parrocchiani gli dicono grazie. A noi la preghiera.

Nadia La Cava

Il testamento spirituale

14 01 2007 – Sesona

Nel della SS.ma Trinità io mi professo servo del Signore.

Lo ringrazio del dono della vita corporale e di quella spirituale con S. Battesimo. Lo ringrazio del dono della fede alimentata dalla istruzione religiosa e dai Sacramenti.

Ringrazio il Signore per la chiamata al Sacerdozio e di tutte le peripezie che mi hanno accompagnato in questo itinerario.

Ringrazio i miei genitori che con tanto amore e sacrificio hanno affrontato le fatiche per mantenermi in seminario: mi sono sempre stati vicini, nella speranza di vedermi un giorno sacerdote.

Il mio carattere poco espansivo mi ha permesso di esprimere quanto li amavo. Da sacerdote ho tradotto il mio amore in tanti suffragi celebrando e facendo celebrare le ss. Messe di suffragio per loro.

Ringrazio il Signore di essere Sacerdote: avrò tutta l’eternità per ringraziarlo.

Ringrazio tutti i miei superiori del Seminario ai quali devo tutta la mia formazione spirituale, culturale e disciplinare.

Ringrazio ancora il Signore per essermi stato sempre vicino nei momenti di difficoltà e di avermi dato aiuti particolari utili al mio ministero sacerdotale.

Un aiuto molto importante per diventare prete lo devo alla Madonna, la cui devozione l’ho appresa da ragazzo, frequentando il Santuario della Madonna del Castano del mio paese.

La Madonna Addolorata! Attributo che io ho sempre preferito forse perché la sofferenza è sempre stata ai miei fianchi sia in seminario sia da prete: la morte di mio padre (ventinove giorni prima della mia ordinazione sacerdotale), poi della mia nonna Giulia, di mio fratello Mario, della mia cara mamma, della mia zia Carmelina (per trentotto anni ha vissuto con me con amore materno) ed infine del mio inseparabile fratello Angelo, che anche dopo morto il Signore ha permesso che venisse a sostenermi nei momenti di difficoltà.

Ringrazio il Signore che mi ha voluto parroco tra voi miei Sesonesi per più di cinquant’anni!

Posso dire che ho sempre amato questa parrocchia per la quale ho profuso tutte le mie capacità.

Purtroppo, so che avrei potuto fare di più e in modo migliore: di questo chiedo perdono a Dio e a voi miei parrocchiani. Ho cercato di fare amare il Signore inculcando amore e timore di Dio.

Abbiate tanta fede, devozione alla Santa Messa, frequentate la istituzione religiosa e voi giovani, abbiate una guida spirituale, attraverso la Confessione frequente, così poco apprezzata! Mantenete le belle tradizioni religiose; siate devoti alla Madonna, recitate il s. Rosario e coltivate la devozione ai vostri cari defunti.

Ora che il Signore mi ha chiamato, abbiate anche una preghiera per me; nel Regno dei cieli io mi ricorderò sempre di voi.

Ancora per l’ultima volta con affetto vi benedico e vi attendo nella casa del Padre.

Vostro don Romano

ARTICOLI CORRELATI

Più recenti